Vivere Londra

Viaggiare, vivere, lavorare, studiare e divertirsi nella capitale britannica

Home
Vivere
Studiare Divertirsi Appartamenti Hotel
Siete qui: Home >Vivere a Londra> Dove vivere

 

A Londra
L'arrivo a Londra
L'alloggio temporaneo
L'alloggio permanente
Condividere casa
Dove vivere a Londra?
Postcodes
Glossario sulla casa
I trasporti
Il budget
La burocrazia
Le istituzioni italiane a Londra
L’assistenza sanitaria
Comunicazioni
Unità di misura
Partire da Londra

 

Viaggi Online

Dove vivere a Londra?

Riguardo la scelta del luogo dove vivere, un primo consiglio può essere quello di trovare lavoro prima di traslocare dal proprio alloggio temporaneo e trovarne uno permanente. Buckingham PalaceQuesto ovviamente perché date le enormi distanze londinesi è bene assicurarsi di non dover trascorrere troppo tempo al giorno sui mezzi di trasporto cittadini. Vivere vicino (o relativamente vicino) al posto di lavoro a Londra è senza dubbio un fattore in grado di migliorare di molto la propria qualità della vita.

Esiste poi una fondamentale scelta da compiere: vivere in una zona carina e centrale oppure vivere più lontani dal centro ma avere una casa più spaziosa. Ovviamente chi sceglie di coabitare avrà la possibilità di trovare un appartamento ragionevolmente spazioso anche in zone più care.

Analizziamo pertanto alcuni dei quartieri più popolari di Londra. Quelle che seguono sono ovviamente solo delle considerazioni di carattere generale, ognuno scoprirà col tempo la zona di Londra in cui preferisce vivere.

Bloomsbury: bel quartiere sede della zona universitaria di Londra e a due passi dal centro. Una delle migliori parti della città per vivere, se si riesce a trovare un alloggio non troppo caro.

Covent Garden: bella, centrale, turistica e molto cara.

Camden: vivace, giovane e alternativa, molto popolare fra gli italiani, affollatissima nel weekend a causa del celebre mercatino. In alcune aree si possono trovare prezzi accessibili.

Chalk Farm: fra Camden Town e Primerose Hill, offre un facile accesso alla vita notturna della prima e agli spazi verdi della seconda.

Hampstead: bellissima, mantiene un’atmosfera da villaggio ed è a due passi da Hampstead Heath, forse il più bel parco di Londra. Carissima. La vicina zona di Belzise Park è anch’essa molto bella e leggermente meno cara.

 

Finchley e Highgate: abbastanza vicine a Hampstead Heath, offrono prezzi più ragionevoli ma meno fascino rispetto a Hampstead. Highgate è comunque molto carina, nel suo celebre cimitero è sepolto Karl Marx.

Maida Vale e St. John’ Wood: Zone alquanto posh, verdi, belle e care.

Willesden Green: popolatissima da australiani, polacchi, e giovani di molteplici altre nazionalità, attratti da prezzi relativamente meno cari e buoni collegamenti con il centro. Non ha più la fama di zona pericolosa che aveva in passato ma non può certamente definirsi bella.

Kilburn: storico quartiere irlandese di Londra, come testimoniato dai suoi numerosi pub. Un po’ più carina e più cara di Willesden Green, ospita il bel cinema/teatro Trycicle.

West Hampstead: graziosa zona, fra Finchley Road e Kilburn, meno cara di Hampstead e più di Kilburn.

Islington: trendy, vivace, piena di bar e ristorantini. Ospita due bei teatri, molti negozi alla moda e un grande shopping centre. Cara, soprattutto nei pressi della stazione della tube  di Angel.

Finsbury Park e Manor House: Offrono prezzi ragionevoli ma nulla più. Abbastanza vicini e ben collegati a Islington e alla City.

King’s Cross: Centrale ma malfamata. Sede di una importante stazione ferroviaria.

Clerkenwell: centrale, molto trendy e molto cara. Ospita numerosi bar e discoteche. Era lo storico quartiere italiano di Londra e ospita ancora oggi la grande chiesa cattolica di St. Peter. Vi viveva Mazzini, come testimoniato da una lapide.

Old Street, Hoxton e Shoreditch: un’area di Londra giovane, vibrante e in crescita. Prezzi più ragionevoli si trovano nell’area di Old Street, la zone più alla moda è invece quella di Hoxton Square.

Brick Lane e Spitafields: Anche questa zona sta diventando sempre più trendy. Ospita molti ristorantini indiani (soprattutto del Bangladesh) e alcuni interessanti mercatini. E’ qui che si aggirava Jack lo Squartatore… ma non lasciatevi impressionare.

Hackney e Bethnal Green: Tradizionalmente considerate zone malfamate di Londra, stanno recentemente crescendo in popolarità grazie alla loro vicinanza alla City. Alcune aree restano comunque poco raccomandabili.

South Bank e Waterloo: aree alquanto costose nei pressi del Tamigi e di un importante centro culturale.

Borough e Bermondsey: anch’esse vicine al Tamigi, vi si possono trovare prezzi un po’ meno esorbitanti.

Notting Hill: una delle zone più trendy di Londra, anche delle più care però. Giovane, vivace e cosmopolita, molto affollata durante il weekend a causa del celebre mercatino in Portobello Road, e a fine agosto durante il Carnevale giamaicano.

Holland Park: bel quertiere nei pressi dell’omonimo parco e vicino a Notting Hill. Un’altra delle zone più care di Londra.

Bayswater: a due passi da Kensigton Gardens e Notting Hill ma non altrettanto bella. Il suo punto forte è senz’altro la posizione centrale. I prezzi variano a seconda delle zone.

Kensington e Chelsea: Belle, posh e, insieme a Hampstead, le aree più care di Londra.

South Kensington: anch’essa bella e cara, questa vivace zona residenziale è sede della comunità francese di Londra e di molti musei.

Clapham e Battersea: scelte da molti giovani inglesi attratti da prezzi abbastanza ragionevoli, spazi verdi e da una certa vivacità notturna.

Wimbledon: residenziale, verde, scelta da chi cerca qualità della vita e un po’ di tranquillità, il tragitto per il centro è però un po’ lungo.

Earl’s Court: tradizionale quartier generale dei giovani australiani a Londra, e per questo soprannominata Kangaroo Valley. E’ giovane e centrale.

Fulham e Putney: Belle zone verdi e residenziali, vicine al Tamigi, offrono una buona qualità di vita. I collegamenti con il centro lasciano però un po’ a desiderare.

Hammersmith: sede di bei pub sul Tamigi e dell’interessantissimo cinema Riverside Studios. Più o meno attraente a seconda delle zone.

Chiswick: bella, verde e residenziale, non collegata benissimo con il centro.

Shepherd’s Bush: vicina a Holland Park e Hammersmith, è in crescita ma ancora malfamata in alcune zone.

Ealing: Bella, verde, offre buona qualità della vita ma è un po’ lontana dal centro.

Richmond: Bellissima, grazie a spazi verdi e viste sul Tamigi. Anche qui, come a Hampstead, si respira un’atmosfera da villaggio. Ed in effetti non è vicina al centro di Londra.

Greenwich e Blackheath: nella deliziosa Greenwich si trova l’atmosfera di una cittadina di mare. Vi troverete anche un bel parco ed un interessante mercatino. I collegamenti con il centro non sono però ideali.

 

Links - Contatti - Cookie Policy

© 2007 VivereLondra.it - Tutti i diritti riservati

Copyscape