Vivere Londra

Viaggiare, vivere, lavorare, studiare e divertirsi nella capitale britannica

Home
Vivere
Studiare Divertirsi Appartamenti Hotel
Siete qui: Home > Vivere a Londra> Partire da Londra

 

A Londra
L'arrivo a Londra
L'alloggio temporaneo
L'alloggio permanente
Condividere casa
Dove vivere a Londra?
Postcodes
Glossario sulla casa
I trasporti
Il budget
La burocrazia
Le istituzioni italiane a Londra
L’assistenza sanitaria
Comunicazioni
Unità di misura
Partire da Londra

 

Viaggi Online

La partenza da Londrabarca

Dopo un po’ di tempo passato a Londra, alcuni italiani (e stranieri provenienti da altre nazioni) si rendono conto di non poter fare più a meno del drink con i colleghi al pub il venerdì sera e della passeggiata sulla Serpentine nelle domeniche d’estate e di essere perfino arrivati ad amare la leggera e costante pioggerellina londinese e le varie sfumature di grigio del cielo e decidono pertanto di rimanere a vivere nella capitale inglese, forse per sempre.

Molti altri invece considerano Londra solo una tappa di passaggio, un’esperienza importante ma limitata nel tempo. Per questi arriverà pertanto, prima o poi, il momento della partenza, per tornare a casa oppure alla volta di una nuova destinazione e di una nuova avventura. Questa sezione è dedicata a loro.

Le agenzie di spedizione

In primo luogo, al momento della partenza, sarà necessario contattare un’agenzia di spedizioni internazionali che si prenda cura di tutto ciò che intendete inviare in Italia, o comunque nella nazione dove andrete a vivere. A Londra, a causa dell’enorme numero di persone che continuamente si trasferiscono qui o decidono di partire, quello delle spedizioni è un settore molto sviluppato. Molte agenzie sono gestite da australiani che si sono inizialmente specializzati in spedizioni verso la loro lontana patria di origine, per poi ampliare il loro raggio di attività ad altre nazioni, lavorando in partnership con aziende internazionali quali UPS, DHL, etc.

Queste agenzie vi consegneranno scatole di cartone e altro materiale di imballaggio e verranno poi al vostro domicilio a ritirare i pacchi appena questi sono pronti. Nel caso abbiate molti libri da spedire ricordate di richiedere un numero sufficiente di contenitori appositi, più piccoli per poter sopportare un peso maggiore. Il costo è generalmente calcolato in base al volume in caso di spedizione per via aerea e in base al peso in caso di spedizione via terra o nave.

Alcune delle principali agenzie che si occupano di questo tipo di spedizioni sono le seguenti:

Excess Baggage
http://www.excess-baggage.com

Anglo Pacific
http://www.anglopacific.co.uk

Spedizioni internazionali sono anche effettuate dalle filiali londinesi dell’azienda Mail Boxes Etc.

Mail Boxes Etc.
http://www.mbe.co.uk

 

 

Tax return

Se lasciate il Regno Unito prima della fine dell’anno fiscale avrete probabilmente diritto alla restituzione di parte delle tasse pagate, per un ammontare che può raggiungere alcune centinaia di sterline. Per ottenere un tax return dovrete rivolgervi al HM Revenue & Customs e compilare un modulo online al link:

http://www.hmrc.gov.uk/sa

In alternativa è possibile compilare e spedire (sempre allo HMRC) il modello P85, che potrete richiedere al vostro datore di lavoro. Al momento di richiedere il tax return dovrete avere il modello P45 rilasciatovi anch’esso dal vostro ultimo datore di lavoro per l’anno fiscale in corso, e i modelli P60, che il vostro (o i vostri) datori di lavoro vi avranno rilasciato alla fine dell’anno fiscale negli anni precedenti (e che vanno pertanto conservati).

Contributi pensionistici

Grazie ad un accordo vigente all’interno dell’Unione Europea, i contributi pensionistici versati nel Regno Unito saranno sommati a quelli versati in Italia o in altri paesi dell’Unione al fine di determinare il vostro diritto a ricevere una pensione. Dopo di ciò ogni stato procederà al pagamento della pensione in base ai contributi da voi versati e alla sua legislazione in proposito. Al fine di far valere questo diritto dovrete richiedere al momento di lasciare il Regno Unito il modello E205. Anche questo modulo è rilasciato dall’HM Revenue & Customs, e vi verrà inviato al vostro nuovo domicilio.

Nel caso oltre ai contributi pensionistici pubblici abbiate anche effettuato versamenti in un fondo integrativo privato dovrete scegliere fra una serie di opzioni:

  1. in primo luogo potrete decidere di continuare i versamenti anche dopo essere partiti dal Regno Unito
  2. se aderite ad un fondo pensionistico integrativo in Italia potrete richiedere che i versamenti da voi effettuati nel Regno Unito siano trasferiti al fondo italiano
  3. infine potrete decidere di sospendere i versamenti e ricevere le somme mensili o annuali che vi spettano al momento di andare in pensione.

Bills

Infine prima della partenza sarà opportuno contattare tutti i propri fornitori inglesi (azienda telefonica, dell’elettricità, del gas, etc.) al fine di accordarvi con loro su come pagare i vostri ultimi bills. Se i pagamenti avvengono per mezzo di domiciliazione bancaria essi avranno luogo automaticamente (a meno che non abbiate chiuso il vostro conto inglese), altrimenti di regola potrete effettuarli con la vostra carta di credito chiamando il loro call centre dall’estero.

 

Links - Contatti - Cookie Policy

© 2007 VivereLondra.it - Tutti i diritti riservati

Copyscape